giovedì 5 gennaio 2012

Due mesi al giorno X

Fra due mesi un nuovo esserino vivente completamente sconosciuto uscirà dalla mia pancia e dovremmo risistemare tutti gli equilibri della famiglia.
Senza contare il fatto che (neo mamme non proseguite la lettura) me la faccio adosso dalla PAVURA per il parto perchè ne ho già affrontato uno e so a cosa vado incontro!!
Qua non troverete certo una mamma che vi parlerà del parto come di un  esperienza  esaltante e meravigliosa.. del dolore come qualcosa di necessario,delle ore e ore e ore di travaglio come un esperienza unica e irrinunciabile.. NO GRAZIE! :-D
La prima esperienza non è stata certo una passeggiata..
Si dice che si dimentica il dolore .. sarà ma io non l'ho certo dimenticato e pensate che l'ho rivissuto qualche settimana fa durante un attacco di virus intestinale che mi faceva avere crampi allo stomaco.. no non credo proprio di averlo dimenticato!!!
Da quell'attacco ho deciso di chiedere l'epidurale... da tenere lì come possibilità, magari non la userò, magari non ci sarà la possibilità,ma mi sento più tranquilla.
Si ho letto tanto sul dolore che una cosa buona e giusta e bla bla bla ma poi una cosa e leggerne un'altra e viverlo e io sono pavurosa ok? Ebbene si! ^_^
Per cercare di contrastare l'ansia mi sono "armata" di Fiori di Bach ed ho cominciato l'assunzione.. meglio giocare d'anticipo.. 

Ho composto una miscela con i seguenti fiori:

Mimulus: per le paure di origine conosciute ovvero il parto O.o.
Impatient: perchè comincio ad essere impaziente, vorrei che fosse già arrivato il momento.
Crab Apple: perchè comincio a non piacermi più fisicamente e a sentirmi un pachiderma.
Olive: per la stanchezza fisica e mentale (portare la pancia comincia ad esere pesante in tutti i sensi)

Per Natale Liam ha ricevuto un dolcissimo carillon e da quel giorno lo stiamo praticamente INVORNENDO nella speranza che quando nascerà e piangerà, il suono di questa musichetta lo riesca a calmare.. secondo voi sarà così??? :-D

10 commenti:

mammozza ha detto...

Ho fatto l'epidurale e lo rifarei subito, nessun effetto collaterale, la fase espulsiva la senti tutta ma arrivi con l'energia giusta non avendo passato le ore a soffrire. Unico neo i tempi del travaglio si allungano un po'. Mi hannop detto che però il secondo figlio di solito nasce più velocemente quindi forse non sarà necessaria.
Dai sono solo due mesi! Coraggio

Daniela ha detto...

...a me però piace di più consolare con abbracci e tettate...un carillon è un diversivo di pochi istanti, giusto il tempo di mettersi le mutande pulite @______@

Mamma Vegana ha detto...

Non dirmi niente, non dirmi niente, non dirmi niente... ;-)
Come va coi fiori di bach? Meglio?
Dovrei imbottirmi di Impatient? ;-)

Robin :D ha detto...

Non ho fatto l'epidurale (ma ero andata con le analisi pronte ;) ma un corso di respirazione che mi ha aiutato tantissimo.
Un caldo abbraccio e in questi due mesi fai il pieno di energie, vedrai che tutto andrà bene, te lo auguro!

stefy ha detto...

ciao ho partorito tre volte ed ogni volta non mi è andata male del tutto ma se dovessi fare un altro figlio avrei la stessa paura ...alla faccia di chi dice tante belle cose sul dolore ..il dolore è dolore ma la gioia di vedere la creaturina poi "spegne "si fà per dire tutto ...non ho mai avuto la gioia di fare l'epidurale ,,sono sempre andata in ospedale da sola pronta a aprtorire ..chi ha mai visto la sala travaglio??? io non sò nemmeno come è fatta direttamente in sala parto...ciao in bocca al lupo

ha detto...

Caspita come passa il tempo, mi ricordo quando l'hai detto che aspettavi... :)
Anche in casa Cì un parto da non raccontare a nessuna donna incinta, eviterò :) Però eSSe era una meraviglia :) ed è vero dopo dimentichi... o comunque ormai è alle spalle, beh diciamo che ci vuole anche un po' di elaborazione.... proprio durante la mia elaborazione, per far pace con l'idea di nascita / parto e tutti gli annessi e connessi mi hanno consigliato di leggere "Le gioie del parto" di Ina May Gaskin, ostetrica così in gamba - ancora vivente - che una manovra per favorire un parto migliore per donna e bimbo ha il suo nome (è l'unico caso per un'ostetrica nella storia della medicina). E devo dire che mi ha fatto proprio bene leggerlo. Ho deciso che l'avrei consigliato come libro energizzante a tutte quelle che stavano per partorire e avevano bisogno di far crescere la fiducia nelle loro possibilità di vivere bene il parto. Se non lo hai letto sono storie di parto tutte andate nel migliore dei modi (che non vuole dire storie finte o edulcorate, sia chiaro), con alcuni spunti che se io ripartorissi terrei bene a mente. E in ogni caso ogni storia è a se'. Faccio il tifo perchè 'stavolta tu abbia un parto come lo desideri. :-)

.B. ha detto...

naaa......lo sai come funziona l'Universo no? chiedi e lui da. e quindi stai attenta a cosa chiedi ^^
dai dai che sarà tutto una passeggiata, pensalo fortemente. e poi vuoi mettere avere tra le braccia l'esserino?
ti straabbraccio :)

Stella ha detto...

@Mammozza le tue parole le sento molto affini ^_^
@Dani tranquilla il carrillon verrà usat il giusto :-*
@Eli TAPPATI LE ORECH... MMM.. GLI OCCHI :-D dopo qualche giorno di assunzione dei fiori comincio a sentire i benefici!! VAI DI IMPATIENT!
@Roby lo prendo molto volentieri l'abbraccio :-*
@Stefi anch'io vorrei andare all'ospedale all'ultimo ed è quello che avevo fatto anche per la Jodie peccato che le contrazioni che mi venivano ogni 5 minuti in realtà non corrispondevano alla dilatazione che si era fermata :-( quindi dalle 15 mi ci sono volutI ancora solo.. mmm.. 9 ORE DI DOLORI ATROCI provocati dall'OSSITOCINA IN VENA @_@
@Grazie cate per il consiglio e per gli auguri :-)
@Bibi: UNIVERSO PROCURAMI UN EPIDURALEEEEE hihihii un abbraccioooo :-*

Stella ha detto...

GRAZIE A TUTTE PER LA VICINANZA VI RINGRAZIO E ABBRACCIO :-)

vitto e libri ha detto...

Hai ragione Stella il dolore del parto non si dimentica...l'ho provato due volte, e molto intensamente...
anche a me è piaciuto moltissimo il libro di Ina may gaskin La gioia del parto, bellissimo!
un abbraccio :-)